Come muoversi a Bangkok

Come muoversi a Bangkok

Vi siete mai chiesti se è difficile muoversi a Bangkok? Iniziamo col dire che è un delle metropoli asiatiche più trafficate.  Spesso muoversi in città non è la cosa più semplice, specialmente se è la vostra prima volta. Chi già ci è stato si ricorderà delle ore passate imbottigliati nel traffico cittadino nelle ora di punta. Conosco persone che hanno impiegato più di un’ora per percorrere una decina di chilometri!

Ma non preoccupatevi, con questo articolo muoversi a Bangkok non sarà più un problema!

Qui di seguito vi do 3 regole d’oro per non avere problemi con il traffico di Bangkok:

  1. scegliete l’hotel in posti centrali o comunque vicino ai punti d’interesse che avete intenzione di visitare.
  2. valutate bene il percorso su google maps e chiedete consiglio al personale dell’hotel prima di scegliere quale mezzo prendere.
  3. chiedete i prezzi indicativi del percorso che dovete fare al personale dell’hotel, ai negozianti o ai ristoratori per farvi un’idea e contrattate sempre il prezzo con gli autisti prima di salire a bordo.

Vediamo ora quali sono i mezzi di trasporto più comuni nella capitale thailandese:

Taxi 

Se muoversi a Bangkok può essere un’esperienza infernale, il taxi, se usato con intelligenza, può essere un prezioso alleato per girare Bangkok, specialmente nelle ore serali. Durante il giorno e nelle ore di punta però rischia di diventare costoso e inefficiente a causa del traffico. 

I prezzi sono piuttosto bassi e sicuramente risparmierete rispetto al tuk-tuk a patto però di trovare autisti onesti che utilizzano il tassametro. Anche se negli ultimi tempi la situazione è migliorata molto può ancora capitare di imbattersi nei taxi senza tassametro che provano a farvi pagare cifre spropositate. 

Chiedete sempre di accendere il tassametro e in caso di problemi contrattate la tariffa prima di partire o valutate se scendere e andare a cercare un altro taxi.

Skytrain 

La metropolitana sopraelevata di Bangkok è moderna e sicura, inoltre offre una vista pazzesca sulla città. Lo Skytrain ha numerose corse dalla mattina presto fino a mezzanotte, tuttavia durante le ore di punta i vagoni sono sovraffollati e potreste dover aspettare un paio di treni prima di riuscire a salire.  

Come ogni mezzo pubblico le tariffe sono molto basse e sono calcolate in base al numero di stazioni percorse. Se pensate di usarlo spesso vi consiglio di acquistare il pass giornaliero che comprende un numero illimitato di corse.

Per quanto riguarda le linee sono principalmente due, mentre una terza è stata inaugurata nel 2020 (al momento comprende solo tre fermate e verrà ampliata nei prossimi anni).    

Per vedere linee, orari e prezzi vi consiglio di consultare il sito ufficiale del BTS Skytrain Bangkok.

Metropolitana 

La metropolitana di Bangkok è meno usata e conosciuta dai turisti rispetto allo skytrain, sia perché fino a poco tempo fa aveva una sola linea e sia perché non serviva zone turistiche, fatta eccezione per Siam square. 

Ad oggi le linee metro sono diventate due e altre tre sono in arrivo. I prezzi sono più o meno come quelli della Skytrain. 

Per vedere linee, orari e prezzi vi consiglio di consultare il sito ufficiale della MRT di Bangkok.

Traghetto

Secondo me è il miglior mezzo per muoversi a Bangkok, specialmente per visitare il centro. Non è molto usato dai turisti e questo vi darà la possibilità di assaggiare la vera vita di Bangkok, preparatevi a condividere il ponte con studenti, monaci e lavoratori. Durante le ore di punta poi si rivela il miglio modo per evitare il traffico cittadino.

Per vedere linee, orari e prezzi vi consiglio di consultare il sito ufficiale del Chao Phraya Express.

Tuk-tuk

È di sicuro il mezzo più iconico per spostarsi in Thailandia. È un ape piaggio modificata per trasportare dei passeggeri e riconoscibile dai colori sgargianti e dalle lucine kitsch. Però c’è da dire che contrariamente a quanto si pensi non è sempre conveniente. Inutile specificare che non c’è un prezzo fisso e che agli stranieri viene fatto un prezzo esageratamente più alto di quello che viene fatto ai locali. 

Per farvi un esempio pratico: i thailandesi lo usano perché è decisamente più economico del taxi ma a voi verrà chiesta una cifra quasi sempre più alta rispetto a quella che paghereste in taxi. Quindi vi consiglio di contrattare sempre sul prezzo prima della partenza e di far entrare in competizione due o tre autisti di tuk-tuk così da tenere i prezzi contenuti. 

Ad ogni modo le corse costano appena qualche euro ed è assolutamente un’esperienza da provare. Inoltre se dovete spostarvi nell’ora di punta in posti dove non arrivano altri mezzi è più conveniente del taxi perché la tariffa è fissa indipendentemente dal tempo di percorrenza e la loro proverbiale guida spericolata vi farà risparmiare sicuramente del tempo per arrivare a destinazione. Mettete in conto però che gli incidenti non sono rari e che se rimarrete intrappolati nel traffico sarete costretti a respirare tutto lo smog. 

Autobus 

L’autobus come il traghetto è uno dei mezzi preferiti dai thailandesi. È molto economico e anche qui difficilmente incontrerete altri turisti. 

È consigliato se dovete spostarvi in zone meno centrali e fuori dall’orario di punta. 

Se volete conoscere altri aspetti della Thailandia leggete anche:

Lascia un commento